mercoledì 24 dicembre 2008

E' di nuovo Natale | Biscotti Natalizi

Lo dico tutti gli anni, ma quest'anno e' passato in un secondo! Non so, fara' parte della vecchiaia oppure il tempo vola veramente. Ebbene si', eccoci di nuovo al fatidico giorno: per me non esiste Natale senza un pomeriggio passato in casa a fare i biscotti, ho provato mille ricette, ma alla fine vince quella dei frollini che facevamo con mia mamma!! L'ha presa da un libro che si chiama "Ricette per il 1972", ce l'ha ancora ed e' tutto un po' rovinato ma sempre in attesa di essere aperto per fare i frollini!! Visto che il 72 e' l'anno in cui e' nato mio fratello Stefano questo post lo dedico a lui perche' oggi e' nato il suo bimbo: Niccolo'!
Ne approfitto per farvi gli auguri, che sia un Natale sereno, bello e dolce (eh eh eh)!!! In questo periodo la mia famiglia ed i miei amici mi mancano particolarmente, mi dovro' consolare con un bel viaggetto al mare!!

La cena di Natale la preparo a casa mia e visto che noi siamo un po' dei senza famiglia allargata, a Natale invitiamo tutti quelli che sono soli! L'anno scorso ho fatto il cosciotto di maiale...spettacolare!

Quest'anno....beh ve lo diro' solo se sara' buono!! Speriamo, se no cosa mangiamo...
Ci tengo sempre ad augurare soprattutto un buon anno nuovo, che si realizzino i vostri desideri e vi porti tanti sorrisi!!!

Biscotti natalizi
225 g di farina
150 gr di burro
50 gr di zucchero
3 rossi
1 rosso (opzionale) per ungere i biscotti prima di infornarli

Riunite tutti gli ingredienti e fate una palla che deve riposare un pochino in modo che diventi dura e sia piu' facile da stendere.
Con le figure fate tanti biscotti che potete decorare a piacere!
Io ho preparato una glassa che ho diviso in tre parti, una l'ho lasciata bianca, ad una ho aggiunto il colorante verde ed all'ultima il colorante rosso!! Con della carta da forno ho preparato dei coni, tipo tasca del pasticcere e con cura ho decorato i biscotti!! Questo ultimo passo non l'ho fatto da sola ma con un'amica molto esperta!!

Quest'anno mi sono sbizzarrita con i colori perche' ho comprato un libro di dolci Natalizi e c'erano delle idee fantastiche!! C'e' anche la ricetta dei bastoncini bianchi e rossi e l'ho letta e riletta, ma poi avevo paura di bruciarmi con il caramello e non ho trovato il termometro per lo zucchero, prima o poi lo faro'...anzi se qualcuno sa come fare si faccia avanti!!


Glassa
2 albumi
4 1/3 di tazze di zucchero a velo (setacciato)
1 cucchiaio di succo di limone
coloranti per alimenti


Sbattete i bianchi a neve e aggiungete dopo un po' lo zucchero, mi raccomando non tutto in una volta, amalgamate questi due ingredienti e senza smettere di mescolare con la frusta aggiungete il succo di limone ed in seguito lo zucchero restante finche avete raggiunto un composto morbido, bianco e brillante.
La glassa deve avere una consistenza cremosa un poco dura in modo che possiate formare delle punte. La quantita' di zucchero dipende dall'umidita' degli albumi, regolatevi man mano!!
Prelevate un po' del composto (un cucchiaio) e aggiungete del colorante, procedere con la decorazione!
Se avanza tanta glassa potete conservarla in un contenitore ermetico affinche' non si secchi, oppure fare le meringhe...

Adesso foto e vi lascio in pace!

venerdì 19 dicembre 2008

Lo spirito del Natale

Sono in gran ritardo...Natale è ormai davvero dietro l'angolo e me ne accorgo ogni sera quando, tornando a casa, vedo griglie, biscotti, teglie e ciotole da impasto sparse ovunque..
Non ho tempo per fare nemmeno la metà delle cose che vorrei ma sono riuscita comunque a partecipare all'iniziativa di Muccasbronza e ho spedito sabato scorso i due pacchettini destinati a Maya e Zagara.



Uno è già arrivato, ed è stato gradito..la cosa mi rende molto molto felice..sia perchè scegliere un dono per qualcuno che non si conosce non è per nulla semplice..sia perchè ogni volta che mi metto in cucina, anche se preparo qualcosa di collaudato, ho sempre paura di distrarmi e combinare un disastro..
Questa volta è andata bene per fortuna..!
Maya, pubblico la ricetta dei dolcetti al cocco solo per te...sono davvero facilissimi e piacciono molto, vero??
La ricetta viene da questo meraviglioso sito...non capisco il francese ma la foto mi attirava troppo e quindi..dizionario alla mano...e via!
Per la foto, andate a vedere da lei!

Rochers à la Noix de Coco
Ingredienti (ca. 30 pezzi)
250 gr di cocco disidratato
160 gr di zucchero
un bel pizzico di sale
3 bianchi d’uovo

Scaldare il forno a 180°C. Mescolare il cocco, lo zucchero e il sale in una ciotola media, quindi aggiungere gli albumi e mescolare con una forchetta. Foderare la placca con un foglio di carta forno e disporvi delle piccole porzioni dando la forma di piccole piramidi. Se non avete tempo, potete preparare delle semplicissime palline. Io le ho anche messe in uno stampino da cioccolatini. Cuocere per 12’ ca., finché i bordi saranno appena dorati. Lasciarle sulla placca ancora per 5 minuti fuori dal forno quindi porre su una gratella a raffreddare completamente.
Si conservano per alcuni giorni in un contenitore areato.

Non posso non ringraziare Maya per il suo di pacchettino. Non sono stata abbastanza rapida nell'afferrare la macchina fotografica..cioccolata e panforte erano già spariti..
Lei mi ha addirittura regalato i biscotti al cioccolato con la ricetta di sua nonna insieme a dei cantucci (coincidenza eh?! sarà la provenienza... ih ih ih). Grazie davvero.
Proverò la pasta di semola toscana insieme ad un sughetto che sto ancora "progettando"...
Inoltre...mi hai fatto scoprire le caramelle al sesamo che diventeranno la mia nuova droga..parlandone con un'amica ho scoperto che lei le compra anche a Milano...E IO NON LO SAPEVO!!!! Infine, una decorazione natalizia che ho appeso alla mia porta!
Grazie grazie ancora..e grazie anche a Muccasbronza che ha avuto quest'idea splendida che mi ha fatto ritornare la "voglia" di un Natale più semplice, fatto di cose preparate con le proprie mani, con il cuore e la testa apposta per incontrare i gusti di chi riceve il nostro dono.
Auguri a tutti! Il blog si prende una piccola pausa in queste feste, per stare un po' in famiglia e godere del pochissimo tempo di relax che è rimasto in questa vita sempre di corsa!!

mercoledì 17 dicembre 2008

Shower | Cestini di patate

Sabato sera a casa nostra abbiamo organizzato un shower per Lina e Antonio, due nostri amici, che aspettano due gemelle, Maria ed Isabella. Il shower e' una festa che qualcuno organizza per chi si sposa o aspetta un bambino, in questo caso si chiama baby shower.
Immagino sia un'usanza rubata agli americani e diventata qui in Colombia una simpatica ed utile abitudine. Di solito si sceglie un argomento. Vorrei precisare che Lina, la futura mamma e' l'amica che mi mancava qui a Bogota'. Diciamo che fa le veci delle mie amichette italiane. Antonio e' suo marito ed e' napoletano!! Insieme parliamo in italiano e devo dire che e' un bravo cuoco!
Questa lunga introduzione per dirvi che mi sono sbizzarrita in cucina!!

Vi dico il menu':
Cestini di patate con crema di ricotta e salmone affumicato
Lasagne asparagi e gamberetti
Insalata con vinagrette al coriandolo
Fragole al cioccolato
Cioccolatini a forma di albero

Andiamo per ordine:
Cestini di patate alla crema di ricotta e salmone affumicato
Ingredienti
300 g di patate
un uovo
20 g di farina
150 g di ricotta morbida
mezzo cucchiaino di pepe verde in salamoia (io ho usato pepe normale)
ravanelli (opzionali)
trota, storione o salmone affumicato

Riducete le patate a una julienne sottilissima. L'ideale e' usare il robot con la grattuggia intermedia , non devono essere sottili come le carote, lo dico per esperienza...
Mescolatele con l'uovo, la farina e salatele. Spennellate con del burro fuso degli stampini da muffins, riempiteli con il composto, facendolo aderire al fondo e ai bordi in modo da formare uno strato uniforme, piu' e' sottile piu' saranno croccanti.
Spennellate la superfice dei cestini con il burro rimasto ed infornate per 20 minuti a 200 gradi. Assicuratevi che il fondo sia ben dorato!!
Tritate grossolanamente il pepe verde (o macinare il pepe nero normale) e unitelo alla ricotta e salate.
Questi cestini si possono preparare con largo anticipo e io consiglio di scaldarli prima di riempirli e servirli, la ricetta originale rubata a Sale&Pepe del dicembre 2005 dice di farli raffreddare, riempirli con la ricotta e decorarli con una strisciolina o pezzettino di pesce affumicato e una fettina di ravanello.

Sono buonissimi, fanno un grande effetto e soprattutto sono super easy e uno si sente un grande cuoco!!!


Lasagne asparagi e gamberetti
Per non lasciarvi sulle spine aggiungo la ricetta delle lasagne agli asparagi e gamberetti, in questo periodo di feste è ottima perche' si prepara in anticipo, si possono usare gli asparagi congelati ed 'e un po' diversa dalla solita lasagna.

Prima di tutto fate la Besciamella. Lo so,mi direte che e' noioso farla, ma il risultato e' sempre soddisfacente.
Fate sciogliere 100 gr di burro, aggiungete 100 gr di farina e mescolate con una frusta; appena si saranno amalgamati bene aggiungete 1l di latte e a quel punto mescolate, mescolate, mescolate...la ricetta dice di cuocere 20 minuti dall'ebollizione, a me piace piu' liquida e dopo 15 minuti spengo, ma il vero trucco e' che non sappia di farina!

Nel frattempo avrete cotto 500gr di asparagi che taglierete a pezzi, lasciando da parte le punte se volete usarle per decorare, io questa volta le ho usate. Frullate asparagi e besciamelle finche' avrete una crema verde, mescolatela con 500gr di gamberetti congelati e precotti che avrete scottato nell'acqua bollente per un minuto, per scongelarli.
Procedete come con la lasagna classica e sull'ultimo strato mettete parmigiano a volonta' e pezzetti di burro. Cuocete in forno circa 20 minuti.

Questa ricetta l'ho rubata a mia sorella, ne disconosco la fonte!

venerdì 12 dicembre 2008

Sformato di carote

La ricetta di questo sformato non ce l'ho, ho visto questa tempo fa ma soprattutto ho assaggiato da mia suocera il suo sformato, irripetibile, buonissimo.
Ci ho provato ma il risultato non si avvicina neanche lontanamente, seppure l'aspetto esteriore è davvero gratificante. Una gioia per gli occhi più che per il palato. Ma tant'è..non si possono pubblicare solo gli insuccessi e sentirsi dire dall'uomo del monte: "Buoooooooooooooono"..sono cose che succedono.
Avevo un sacco di carote della busta bio settimanale da usare..una volta la vellutata e quest'altra lo sformato.
Le dosi sono un po' a occhio, ho messo nella pentola a pressione 5-6 carote belle grosse, fatte cuocere per 15 minuti dal fischio. Nel frattempo ho preparato una besciamella con due biccheri di latte, due cucchiai di farina, mezzo cucchiaino di noce moscata e una bella noce di burro (bio anche questo, comprato tramite il GAS, non sapete che differenza...!).
Infine, ho posto nelle ramequins a cuocere a bagnomaria per 45 minuti.



Non so se sia stata la proporzione di liquidi o il tempo di cottura che doveva essere più lungo ma sono rimasti un po' acquosi dentro..ed è questo che non mi è garbato troppo nello sformatino..per il resto, il gusto delle carote era davvero intenso!
Vi mostro due foto, a distanza di pochissimi secondi..guardate come si è sgonfiato in fretta sigh!!

martedì 9 dicembre 2008

Il pane quotidiano | Pane alle cipolle

Il No-knead bread è stato il tormentone dell'anno passato tra i/le bloggers, affascinate sia dalla semplicità dell'esecuzione, sia dal pochissimo lievito impiegato. Ebbene, io personalmente ne ho fatto un mantra. Ho già proposto la pizza della pigrona e da allora, quando faccio il pane in casa, lo faccio così.
Ieri avevo voglia di rifarlo e, avendo in frigo una crescente quantità di cipolle provenienti dal Colombini tramite il GAS, ho deciso di darci un taglio.
Eccone il risultato, nella sua splendente croccantezza:



Al solito impasto ho aggiunto 3 cipolle bianche tagliate fini fini con la mandolina..
Ne è sparita già quasi metà, credo che stasera la fame post-allenamento gli darà il colpo di grazia..

mercoledì 3 dicembre 2008

I biscotti dell'amore | Occhi di bue

Il Natale si avvicina e si sa..siamo tutti più buoni. Sempre per la serie “l’amore fa fare cose straordinarie”, eccovi quello che ho trovato l’altra sera, aprendo la porta di casa dopo una serata di allenamenti. Un uomo meraviglioso, l’uomo del monte, che aveva sfornato, appositamente per me, per noi, per festeggiare insieme, questi Occhi di bue.
Questi biscotti sono per lui, poco goloso di dolci, una delle cose più stratosferiche che esistano..e vi assicuro, avendo assaggiato quelli che sua madre prepara per Natale, che ha ragione.
E così, dopo aver carpito da mia suocera la ricetta perfetta, si è messo all’opera. Ha aspettato che uscissi, ha fatto la spesa e si è messo ai fornelli.
Non lo so se è la fortuna del principiante o l’ingrediente segreto dell’amore..ma erano buonissimi, davvero.
A questo punto è ufficiale, l'uomo del monte è stato assodato nella squadra del blog.

La ricetta:
3 uova
250 g di farina
150 g di burro
100 g di zucchero
Confettura di albicocca

Impastate farina e burro poi formate con il composto una fontana e mettete al centro lo zucchero e i tuorli.
Impastate e fate una palla che farete riposare in frigorifero per 30 minuti circa.


Stendere la pasta col mattarello, ricavate dei cerchi di identica circonferenza e da metà di essi tagliate un cerchio più piccolo al centro (le forme dei biscotti posso essere a vostro piacimento). Mettete i cerchi su una teglia imburrata e ponetela in forno caldo a 170 gradi per 12 minuti. Sfornate spalmate una cucchiaio abbondante di confettura di albicocca.


Volete scarrricare la ricetta? Cliccate qui! Troverete anche il suggerimento del giorno!

PS: mi sono accorta che questo post “gronda zucchero” ma che ci posso fare..non è un regalo bellissimo?