martedì 18 marzo 2014

tutto in sei giorni

Forse per razionalizzare quello che mi è capitato devo scriverlo, forse non servirà, ma ne sento il bisogno, è successo tutto così velocemente che mi è sembrato di vivere in un film, la vita di un altra persona, un sogno..anzi un incubo.
Venerdì, avvertendo da qualche giorno di sintomi sospetti, mi decido a comprare un test di gravidanza e tornata da lavoro mi infilo in bagno e lo faccio...una metà di me era sicura che fosse negativo, l'altra trepidava.. esco dal bagno riuscendo a non guardarlo.. vado a cambiarmi.. poi torno.. lo guardo.. e quelle due linee sono talmente evidenti che quasi fanno paura! Non ci sta'! Rido isterica, chiamo lui (senza rivelare niente) e gli chiedo di comprare un test.. dovevo rifarlo! La sensazione di panico che mi ha attanagliata in quel momento lottava con quella che era felice e già faceva progetti futuri. quando lui ha visto il test e' stato subito felice mentre io ancora non riuscivo ad esserlo completamente.. come avrei fatto a lavoro? e la casa? e la piccola come l'avrebbe presa? e soprattutto chi lo dice a mia mamma????
La mattina dopo mi sono svegliata prestissimo e sono andata subito a rifarlo.. quelle due lineette erano di nuovo li che mi guardavano sempre più evidenti..non c'era più dubbio. Il venerdì sera avevo subito fissato la visita dalla ginecologa per il martedì pomeriggio. Ho passato un fine settimana assurdo, pieno di dubbi, ansie, felicità e progetti che non riuscivo più a capire niente.. la domenica mi sono ammalata.. febbre e mal di gola.. il mio corpo mi diceva di calmarmi? di fare una pausa? boh.. Il martedì è arrivato così lentamente che sembrava fossero passate due settimane. finalmente la vista e l'ecografia, la prima, la più emozionante.. Ricordavo la sensazione di scoperta che provai alla prima gravidanza.. un senso di gratitudine e completezza.. ma la ginecologa era subito seria e anch'io ho capito.. quel suono che tanto mi aveva emozionata l'altra volta non c'era. si vedeva tutto ma non si sentiva niente.. il battito non c'era.. incredibile! E' una sensazione che non riesco a descrivere. Mi sono sentita come sprofondare ma ero li, nuda indifesa.. Ho guardato lui che era accanto a me e i miei occhi si sono riempiti di lacrime. Non c'era altro da fare che andare in ospedale e fissare per un intervento. Lo so, sono interventi di routine, dayhospital, tutto "semplice e veloce"... ma lo dovevo fare io, anzi 'subire' io.. Non è stato così semplice. Giovedì quindi dalle otto di mattina su quel lettino ad aspettare e aspettare e aspettare.. un'agonia.. Nemmeno una settimana ed era iniziato e finito tutto.. Certo meglio che saperlo un mese prima e poi dopo un mese scoprire che non era andata bene.. non so.. Penso che non esista un modo 'giusto' o 'migliore' di scoprirlo.. Non è stato bello, punto. Lo sappiamo che "succede", ma non ti spieghi mai perché succede a te, lo accetti perché devi ma non te lo spieghi.. Tutti ci cercavano di consolare dicendo 'state tranquilli avrete tempo di riprovarci'.. ma non è questo il problema, non è questo il punto..
Quando giovedì sera alle dieci siamo finalmente usciti dall'ospedale abbracciati ci siamo detti quanto sarebbe stato terribile arrivare a casa ed essere soli mentre invece a casa ci aspettava la nostra piccola patatona!
Tornare da lei e poterla subito allattare e coccolare mi ha ridato vita.
Non scorderemo mai tutto questo, un momento incredibile della nostra vita, della nostra famiglia.

martedì 25 febbraio 2014

...il Grinch a carnevale..

Se leggete questo post vuol dire che il raffreddore e la pioggia battente ci hanno degnato di un fine settimana di sole e libertà.
E' carnevale.....nella mia mente ci sono le domeniche passate col 'mi babbo' al carnevale di Borgo San Lorenzo vestiti nelle maniere più assurde.. l'ultima volta (forse me la ricordo proprio perchè l'ultima) eravamo vestiti io da suora con rossetto e lui da prete con sigaretta in bocca.. FANTASTICI, dopo la separazione dei miei (aiuto mi stò deprimendo ?!?!) non son più riuscita a vivere questo periodo come una festa o cmq non sono più riuscita mascherarmi ma da quando è nata pandorina ho pensato che sarebbe stato bello e giusto iniziarla a questo mondo di divertimento e gioia.....
Ieri allora con Monica e nani annessi ci siamo buttate in questa esperienza nuova e siamo andate al carnevale di Sovigliana e Vinci.




GIOIA?!?! DIVERTIMENTO?!?! ma siamo sicuri?!?!
Ieri pandorina era tutto tranne che divertita!!
MA SIAMO PAZZI!?!?
abbiamo perso di sicuro un paio di decibel d'udito e meno male che mi ero appena colorata i capelli perchè mi se ne sono aggiunti di sicuro altri bianchi dagli spaventi che mi son presa.
Ok... si era appena addormentata in macchina.. ok era dopo pranzo e magari una pennica se la faceva volentieri.. ok era un freddo assurdo (nonostante il sole).. ma immagino che svegliarsi ed essere catapultate su un passeggino freddo marmato con una madre pazza che ti mette un cappuccio da girasole.. che ti porta verso un casino assurdo con gente che urla e sbraita. con esseri enormi di colori e forme indefinite.. con carri allegorici che girano per le strade e sparano a TUTTO FOO (tutto fuoco) la musica (che manco sentivo se piangeva o no).. con i bambini impazziti e ipereccitati dagli zuccheri di bomboloni fritti e 'ammazzasocere' appena ingurgitati che appena mi vedevano avvicinare sparavano in piena faccia chili di coriandoli a pandorina con una tale violenza da far paura, non dev'essere stata proprio una bella esperienza..NO!
Monica e T. son tornati a casa ripieni di quelle malefiche stelle filanti spray che sono qualcosa che tra qualche anno toglieranno dalla vendita perchè chissà cosa c'è dentro, ma ora i ragazzini si divertono a inzuppare le ragazzine e queste giovani fanciulle lì a farsi imbrattare....e come se la ridevano.... MAAAAAAAAAAAAAAAAH!

Ok sono una rospa e fondamentalmente sono un pò il Grinch in situazioni di festa (se non sono tra amici fidati) ma giuro che ero partita con le migliori intenzioni, nonostante questo quando arrivate nelle vicinanze ho visto la faccia di mia figlia con l'occhio supplicante e anche un pò risentito che diceva 'MAMMA MA DOVE DIAMINE MI HAI PORTATAAAAAAAAA?!?!?  ho capito che avevo decisamente sbagliato.

Andrà meglio l'anno prossimo?!..
mah..

sabato 22 febbraio 2014

Planning | Menu settimanale W9

L’avrete capito dalla nostra assenza, io e la Franci siamo state entrambe incasinate questa settimana e non abbiamo prodotto niente per il blog. Sorry. Il menu è l’unico punto fisso della mia organizzazione settimanale, quindi ve lo propongo ugualmente.

Zero ricerca tra i blog, zero post salvati nella cartella “to do”, zero ricette preferite della settimana.

Questa settimana ho dato fondo al ricettario di casa e al numero di febbraio di Cucina Naturale, che amo e sfoglio sempre con grande piacere.

Vado donne, stasera ho da preparare questo!

sabato 15 febbraio 2014

Planning | Menu settimanale W8

Dopo aver saltato una settimana per vari motivi torniamo con il menu planning. Oltre all'influenza che ha colpito la famigliatutta, ho iniziato il decluttering della dispensa e del freezer, rendendomi conto che avremmo potuto mangiare per - almeno - una settimana.  
Ho aggiunto tra le pagine qui sopra anche quella dei menu, così potrete scaricare anche gli arretrati, in caso cercaste delle alternative a voi più gradite.

Tra l'altro, nell'ultima settimana sono stata risucchiata in due diversi gruppi di Facebook, uno specifico sulla planning addiction, malattia di cui sono affetta, e un secondo che suggerisce il meal planning come strategia per risparmiare tempo/denaro/stress.
Non siamo sole! C'è tutto un mondo che pianifica, là fuori!

Cliccando sul link in fondo al post troverete il menu e la lista della spesa. Prima che si scatenino le polemiche, nella lista della spesa io scrivo "pesto pronto" ma non è detto che dobbiate usare quello (io uso il nostro pesto congelato). Ciò non toglie che credo esistano pesti pronti che non siano così scadenti. Idem per la torta salata. Io uso personalmente questa, tutto-nel-mixer-e-via, anche perchè così posso prepararla anche se non ho la base in frigo, ma è ovvio che la base pronta è un'ottima alternativa [fine della polemica].

Il piatto preferito della settimana è questo, cliccate sulla foto per saltare alla sua ricetta:

Polpette di quinoa con feta e cavolo nero
Le altre ricette che ho preso dalla rete sono:

PS: dalla prossima settimana la cena vegetariana del venerdì sarà a cura dell'Uomo del Monte, stay tuned!