martedì 25 maggio 2010

Parole chiave | Come siete arrivati fin qui

L'avevo già fatto un'altra volta e ho voluto dare di nuovo una sbirciatina alle paroel chiave che vi hanno portato fin qui..certo che io son strana, ma voi là fuori mi battete....

Ecco alcune perle..

Per la serie: le domande della vita
Con le carote si diventa arancioni: ma con le carote non si diventava più belli?
Era un lunedì come tutti gli altri ma: ma..!? non tenerci sulle spine
prima cena con lui che mettere?? Non chiedere a me guarda..la prima cena con lui è andata così..
come si fanno i pancake gli americani per colazione? Come li fanno gli americani non lo so, io li faccio così..

Per la serie: ho una richiesta specifica
ricetta semplice e veloce:riso ai moscardini con la pentola a pressione
perchè il ciambellone dopo la cottura internamente presenta striatura di pasta ammassata
novena di natale in colombia


Per la serie: ci avete scoperto..
l'uomo del monte ha detto b: buono !? mah...
iacovino conserve: si, sono io..mi hai trovato!

Per la serie: non ho le idee tanto chiare
magnalonga valpolicella ciao: allora ciao!
texas jones act lawyer counter: chi scusa!?
gambar resep cake zebra panggang: ancora, chi scusa!?
grigliata le donne non sono mai contente di nulla: hai ragione ma tu sofrzati un po' scusa..

Per la serie: le imprese impossibili
sbucciare i pachino: provaci va..poi mi fai sapere!
Cosa fare con brioches avanzate: non saprei, a me non succede mai...
il vero colore delle carote: a me sembrano arancioni...dici che non è il loro velo colore!? O_o

E infine..questa non l’ho capita nemmeno io..
Di tutto rispetto

sabato 22 maggio 2010

L’aperitivo in un minuto | Mousse di prosciutto

Serata tra donne, come sempre. Mariti/compagni/amanti fuori per la consueta partitella e noi riunite per il chiacchericcio serale..
Ecco cosa mi sono inventata per gli stuzzichini, dato che non avevo nessuna voglia di uscire a cercare qualcosa..
Non è nemmeno una ricetta, ma il risultato è stato così buono ed apprezzato che mi son detta: “perché no?!”

Prosciutto cotto a fette, 200gr
Maionese, 2 cucchiai
Burro, una noce

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer quindi frullare fino ad ottenere un composto piuttosto cremoso, quindi aggiustare la consistenza eventualmente aggiungendo un altro pochino di maionese. Potete usare quella confezionata oppure provare questa versione velocissima, che a me piace molto di più.

Mousse di prosciutto


Spalmare a piacere sui crostini quindi servire. Ero convinta di avere l’erba cipollina ma era stata rasa al suolo dall’UdM causa afidi, io ce l’avrei messa come decorazione..no!?

Mousse di prosciutto

mercoledì 19 maggio 2010

Antipasto fai-da-te | Feta marinata

Questo è un esperimento. Mai assaggiata la feta marinata. Mai vista nè sentita..ma questa foto mi ha catturato. Un insieme tanto armonioso di colori, che richiamano gusti particolari ma così ben assortiti. E allora proviamo!

La ricetta è proprio questa, ve le riporto qui tradotta:

Feta marinata
350g di feta
1 cucchiaio di origano
1 cucchiaino di semi di coriandolo
1 cucchiaio di pepe nero
125g di pomodori secchi sott’olio
4 peperoncini rossi freschi
3-4 rametti di rosmarino fresco
olio d’oliva

Asciugare la feta con della carta assorbente quindi tagliarla a cubetti di circa 2cm per lato.
Porre in una ciotola e cospargere di origano, semi di coriandolo e pepe nero macinato fresco. Io non avevo il coriandolo quindi ho utilizzato un mix di pepe verde, nero e rosa che ho macinato al momento. Scolare i pomodori secchi e tenere l’olio da parte. Sistemare la feta in un vaso sterilizzato insieme ai peperoncini, ai pomodori secchi e al rosmarino. Coprire con l’olio scolato dei pomodori secchi quindi coprire con altro olio di oliva se necessario.

fetacollage

Conservate in frigo una settimana prima di servire (a temperatura ambiente). In realtà noi ne abbiamo aspettate un paio, ma solo perchè ce l'eravamo dimenticata...ehm! Si conserva in frigo per 6-8 settimane.

feta marinata

domenica 16 maggio 2010

Gira il girello..giralo-lo-lo | Gelato alla stracciatella

L'anno scorso per il mio compleanno ho ricevuto da mia sorella un regalo bellissimo: la yogo-gelatiera! Causa trasloco e impegni pre-matrimoniali l'anno scorso è stata utilizzata poche volte, giusto qualche sorbetto..poi è arrivato l'inverno, il freddo e la suddetta [povera] caccavella è stata riposta...
La settimana scorsa, un po' scaramanticamente a sfidare le temperature che erano tornate ad abbassarsi, è ripresa la produzione. Il nostro cavallo di battaglia è sempre stata la stracciatella, anche perchè è il nostro gusto preferito..l'altro giorno, però, mi ero dimenticata della gelatiera e l'ho lasciata girare un po' di più...mai dimenticanza fu più gradita!
Un gelato vellutato e ancora morbido dopo il riposo in congelatore, cosa difficile da ottenere con il gelato casalingo!! Una meraviglia!
Io sono [come al solito] a dieta quindi l'ho solo assaggiato..ma l'UdM non smette di ringraziare!

La ricetta l'ho trovata l'anno scorso da qualche parte, forse addirittura sul libretto di istruzioni della gelatiera, e l'avveo copiata sul quadernino azzurro delle ricette collaudate..con le mie personali modifiche.

Per una vaschetta:
300ml di panna
200ml di latte
60-75 gr di zucchero (secondo i gusti)
30gr di cioccolato tagliato a coltello (il buono sono proprio i pezzetti sotto i denti no?!)

Frullare lo zucchero insieme al latte, quindi mescolare alla panna. Mettere il composto nella gelatiera già in funzione quindi attendere, attendere, attendere. Per un gelato come si deve ci vorranno 30-40 minuti..alla fine sentirete la gelatiera che fa quasi fatica a girare..è a questo punto che ho trasferito il gelato in una vaschetta a 500gr [ecchetelodicoaffare..qui non si buttano via nemmeno i cartoni delle uova!] e ho aggiunto, mescolando il cioccolato a pezzetti.

gelato stracciatella


Buonissimo! Ovviamente la base di panna può essere guarnita anche con granella di nocciole, amarene in sciroppo e quant'altro...

gelato stracciatella

mercoledì 12 maggio 2010

Peppereppeppèèèèèèèèèèèè | Corso di pane a Montespertoli (FI)

Evviva evviva!! Finalmente potro incontrare altri foodblogger qui in Toscana..al corso di panificazione di Paoletta e Adriano?
Leggete qui!

martedì 11 maggio 2010

Ci proviamo? | Giveaway

Per la prima volta ho deciso di partecipare ad un giveaway, dopo aver impiegato qualche tempo a capire cos'è e come funziona..che qui si mastica solo del gran business english..
L'organizzatrice è lei, io ci provo!
Non ho mai vinto niente in vita mia..che sia giunta l'ora!?
Eccoci qua, cliccate sul logo per maggiori dettagli:



Aggiornamento: ho aggiunto nei menu in alto la pagina degli indirizzi golosi..accettansi suggerimenti!

venerdì 7 maggio 2010

Ricominciamo | Linzer Torte

Allora non é possibile, apro il nostro blog e mi viene la tristezza!!! Non scriviamo piú, non postiamo piú eppure cuciniamo. In mia difesa vi dico che il mio computer non mi fa piú entrare per scrivere un post. Non chiedetemi perché!! Mi fa una rabbia, inoltre da dicembre a questa parte ho prodotto un sacco di cose nuove e gustose. Primo fra tutti l’arrosto di maiale della cena di Natale e le patate…galattici!! Intanto vi racconto degli ultimi avvenimenti! Siamo ritornati a vivere a Bogotá, ma prima siamo passati da Cartagena! Passati si fa per dire, ci siamo stati ben due mesi e Oli, la mia dolce metá (o media naranja, come si dice qui) é ancora lí per 2 settimane! Voi direte: fantastico vivere due mesi ai caraibi, beh allora si molto bello, ma io facevo la vita della sciuretta anni ’50 in Liguria (ok non proprio). Lo so é un gran privilegio stare con la mia bimba tutto il giorno al mare e giuro non mi lamento, ma un po’ mi annoiavo, non avevo neanche una cucina decente…anche se sono riuscita a fare le polpette di tonno, non male! Prometto la ricetta!! Meno male che il 26 di marzo sono arrivati i miei genitori! Per fortuna sono ancora qui e restano fino al 24 maggio! Loro sono le mie cavie, perché sto facendo un sacco di torte e loro le assaggiano! Anche la Sara non si tira indietro e adesso quando mi vede che tiro fuori farina ed affini dice:¨tota tota¨!!
Ho fatto giá due tentativi di torta di carote, anch’io cerco la ricetta della mitica merendina, ma non mi soddisfano, oggi finalmente ho fatto questa Linzer e sono molto contenta del risultato! Morbida dentro e croccante fuori!!!
E finalmente ho trovato un posto che vende il lievito di birra fresco in porzioni, cosí evito di comprare il panetto…


LINZER TORTE
150 g burro
250 g farina
150 g zucchero a velo
100 g nocciole tostate (io ci ho messo le mandarle normali)
1 uovo
spezie (vaniglia, limone, cannella, polvere di chiodi di garofano…un cucchiaino)
10 g di lievito per dolci
300 g di marmellata ai fruti rossi…esttamente quali non so
Impastare lo zucchero e il burro. Settacciare la Farina ed il lievito e aggiungere con le noci, l’uovo e le spezie al composto di burro e zucchero. Mettete in frigo per un o’ e poi procedure come una normalissima crostata. Sbattere il rosso di un uovo e mischiarlo ad un cucchiaio di panna, spennellare la torta con questo mix e cuocerlo per 40-45 minuti nel forno caldo a 190 gradi!! Con il caffé….spettacolare!!
Curiosando nel blog menta&cioccolato ho letto di mettere la pasta frolla nella tasca e fare cosí la graticola della crostata. Mi é sembrata una bella idea…ci proveró!
Come si fa a stendere la frolla in modo uniforme????

Amiche 011

Ps si vede che ho la macchina fotografica nuova…ditemi di si!!!